Home > blog > Automazione 2022: cosa ci spetta in futuro?

Automazione 2022: cosa ci spetta in futuro?

29 Dicembre 2021 | blog

 

 

Quali saranno le novità che ci aspettano per questo 2022?

Fare previsioni per il futuro nel campo della tecnologia è molto difficile. Tuttavia, la strada verso l’automazione è stata imboccata e non si può far altro che capire come sfruttare al meglio la digitalizzazione per migliorare il tuo business.

 

Sicuramente, anche nel 2022 pandemia ed emergenza ambientale continueranno a essere dei diktat imprescindibili. Questo vuol dire che digitalizzazione, virtualizzazione e automazione continueranno ad essere un tema principale per tutte le aziende che non vogliono perdere competitività sul mercato.

 

Dunque, senza dubbio, aumenteranno i volumi dei dati da elaborare, verrà richiesta maggiore velocità di trasmissione, miglior computazione e, di conseguenza, un’implemento del sistema di digitalizzazione aziendale.

 

Quali saranno, dunque, le tecnologie che cambieranno l’anno appena iniziato?

 

Intelligenza artificiale

 

L’integrazione di assistenti digitali “smart” ha messo a disposizione di tutti la potenza dell’intelligenza artificiale. Molte aziende negli ultimi anni, infatti, hanno predisposto per gli utenti delle skill personalizzate per migliorare il costumer care.

 

Inoltre, con la diffusione della rete 5G si assisterà ad un aumento esponenziale di prodotti e gadget che sfrutteranno l’IoT (Internet of Things) per fornire un ulteriore supporto all’Intelligenza Artificiale già largamente utilizzata e in veloce sviluppo.

 

Anche all’interno delle aziende, la situazione non sarà molto differente. Infatti, sistemi AI sempre più specializzati aiuteranno ad automatizzare e sveltire molti processi lavorativi in tutti i settori di business.

 

Tuttavia, la digitalizzazione di un’azienda comporta di pari passo anche l’aumento di dati da gestire: in arrivo software e hardware specializzati, controllati dall’intelligenza artificiale, che ottimizzeranno le operazioni.

 

Le possibilità di automazione sono infinite e possono alleviare sia lo stress del personale che, in alcuni casi (come il telecontrollo dei consumi) apportare benefici economici all’azienda.

 

La rivoluzione dei Cloud

 

Non c’è più alcun dubbio che la strada verso un business e una crescita sostenibili inizi con investimenti in tecnologia, e che i CIO debbano creare e sostenere un’organizzazione IT robusta e scalabile, per supportare la strategia di crescita delle aziende, rispondendo rapidamente se le condizioni del business cambiano.

 

Il 2022, infatti, vedrà molte aziende desiderose di rimettersi in gioco e ripartire: ottimizzare i profitti richiederà il rinnovamento e il potenziamento delle infrastrutture IT.

 

Dunque, il cloud ibrido sarà sempre più diffuso e si affermerà come il modello di riferimento per le aziende.

 

Con la distribuzione dei carichi di lavoro tra più cloud, l’IT richiederà una maggiore coerenza operativa, portando all’utilizzo di tecnologie che offrano esperienze utente, policy, posture di sicurezza e SLA unificati.

 

 

Digitalizzazione, telecontrollo ed efficientamento energetico

 

Tra il 2020 e il 2021 molti hanno sperimentato la virtualizzazione degli uffici e dei luoghi di lavoro. Nel 2022 la digitalizzazione di tutti i processi lavorativi sarà implementata e sviluppata fino alle estreme conseguenze (come lo sviluppo di un metaverso, realtà virtuale parallela a quella reale)

 

Per avere successo e implementare il profitto, dunque, sarà necessario affidarsi sempre più a tecnologie in grado di svolgere mansioni sempre più complesse.

 

In questo articolato contesto, si inserirà sempre più insistentemente la tematica ambientale, che obbligherà le aziende a controllare i flussi dei propri consumi.

 

Nel 2022 infatti, digitalizzare i processi significherà controllare i dati energetici con costanza, per ridurre l’impatto ambientale e implementare le varie business unit.

 

In Italia, nel 2019, il comparto industriale, infatti, ha investito circa 2,6 miliardi per efficienza energetica, di cui oltre il 90% è relativo a tecnologie hardware, mentre solo il 7,5% riguarda software per il controllo e monitoraggio delle prestazioni dei cicli produttivi.

 

Nel 2022 l’investimento in software sarà esponenziale: verranno investiti miliardi per tecnologie focalizzate sull’efficientamento energetico.

 

Dunque, l’automazione dei processi verrà sempre più sfruttata per migliorare l’efficientamento energetico delle aziende al fine di non ridurre i profitti e di non incorrere in sanzioni.

Il mercato è sempre più coinvolto nelle dinamiche ambientali e la tecnologia viene utilizzata come deterrente.

 

EUROTEC, da oltre 30 anni offre servizio di consulenza e fornitura della strumentazione per il controllo dei processi. Infatti, abbiamo una navigata esperienza nella produzione di sistemi per il telecontrollo e automazione.

 

Ci occupiamo di progettare e realizzare reti di monitoraggio energetico e telecontrollo in molteplici settori e siamo specializzati:

  • nell’individuazione di possibili sprechi energetici;
  • negli incrementi di qualità ed efficienza in produzione;
  • nei controlli in tempo reale sui consumi;
  • nel migliorare l’eco sostenibilità dei processi produttivi.

 

Per maggiori info

 

 

Contattaci

 

 

 

Alessandro Sterfano – Direttore

Condividi questo articolo

Acquista Online i prodotti EUROTEC!
(in arrivo)

Scopri subito tutta le selezione dei prodotti di Misurazione e Controllo acquistabili sul nostro E-Commerce.